Torre Specchia Grande - Corsano

Utilizzata come luogo di avvistamento in epoca medioevale e come deposito bellico durante la seconda guerra mondiale, Torre Specchia Grande a Corsano (LE) costituita da una torre costiera del 500, una ex caserma militare del ‘900 e uno spazio panoramico è tornata a rivivere in tutto il suo splendore, dopo anni di abbandono. L'ex struttura militare, situata su un promontorio roccioso che guarda a nord il Faro di Punta Palascìa e a sud la località Ciolo, da cui si dipanano gli antichi sentieri del sale, grazie all’iter del federalismo culturale, oggi è un Centro Ambientale Culturale, all’interno del Parco Otranto-Leuca.

Numerosi sono i servizi che la struttura offre: informazione e accoglienza turistica, punto ristoro, noleggio biciclette, visite guidate, sale studio, eventi e formazione.

Videoracconto Torre Specchia Grande

Ma Torre Specchia Grande è questo e molto di più. È una storia di collaborazione istituzionale a vari livelli di governo che ha permesso di realizzare un progetto di valorizzazione condiviso e concreto. Dopo mesi di lavoro tra Agenzia del Demanio, Comune di Corsano e MiBACT, nel novembre del 2016 il bene di proprietà dello Stato viene trasferito definitivamente all’amministrazione comunale che dà il via alla ristrutturazione e al recupero dell’ex edificio militare, attraverso i fondi messi a disposizione dal GAL (Gruppo di Azione Locale) del Capo Santa Maria di Leuca.

Torre Specchia Grande- Corsano, LE

Da quel giorno tanti passi in avanti sono stati fatti. Oggi la Torre è gestita con passione dai volontari dell’associazione Gaia, impegnata nello sviluppo turistico e culturale e nella tutela ambientale e dal suo Presidente, Corrado Russo, che a questo straordinario luogo ha dedicato un libro dal titolo “Torre Specchia Grande” dando un contributo fondamentale alla rinascita della Porta D’Oriente.