Bolzano, il cantiere del Palazzo degli Uffici Giudiziari

A Bolzano, è in via di conclusione il cantiere per la ristrutturazione di alcune parti del Palazzo degli Uffici Finanziari destinate a ospitare i nuovi uffici dell’Esecuzione Penale Esterna e dei Servizi Sociali per i Minorenni (entrambi del Ministero della Giustizia) e delle Commissioni Tributarie di Primo e Secondo Grado (Ministero Economia e Finanze) nell’ambito di un piano su scala nazionale di ottimizzazione degli spazi utilizzati dalle amministrazioni pubbliche.

Il progetto permetterà di offrire servizi più efficienti ai cittadini di Bolzano e allo stesso tempo spazi pubblici moderni e confortevoli per chi lavora in questi uffici tutti i giorni. Con la chiusura di quattro affitti passivi presso privati che al momento ospitano i tre uffici, lo Stato risparmierà circa 233 mila euro all’anno. L’investimento complessivo per i lavori, sempre da parte dello Stato, è di 1,170 milioni di euro.

Il Palazzo degli Uffici Finanziari è stato costruito nel 1938 su progetto dell’architetto Francesco Rossi De Paoli, con Luis Plattner e Guido Pellizzari, tutti appartenenti alla cosiddetta scuola razionalista. Il Palazzo, un tempo Casa Littoria, insieme all’antistante Palazzo di Giustizia, costruito anch’esso in tipico stile razionalista, concorre a completare il cosiddetto “ferro da stiro” della Città Nuova, che si sviluppava lungo gli assi di Corso Italia, viale Druso e via Duca d’Aosta.